Educazione sessuale

a cura di Francesca Massara

Il benessere sessuale è parte integrante della vita di una persona sana ed equilibrata, perciò è molto importante vivere pienamente le relazioni intime, soddisfacendo i propri bisogni sentimentali e sessuali, in modo armonico e adeguato alla personale costituzione psicologica, alle abitudini e alle aspettative di gratificazione.

Benchè oggi le manifestazioni della sessualità, in termini anche espliciti, siano sicuramente più evidenti per l'uso diffuso di mass media come televisione, riviste e Internet, è ancora frequente riscontrare una serie di difficoltà da parte degli individui nel loro rapportarsi ai bisogni e alle espressioni della sessualità.
Nella fattispecie troviamo varie sfaccettature: chi è ossessionato dall'apparenza fisica, chi dalla pressione delle prestazioni, chi non riesce a percepire sufficientemente le richieste del proprio corpo, chi valuta il buon funzionamento delle relazioni esclusivamente dalla frequenza e qualità dei rapporti sessuali, ecc. Tante persone vivono in modo sbilanciato la loro dimensione sessuale, con il risultato di non sentirsi appagati nella giusta misura nè a proprio agio con il partner.

Le informazioni sulla sessualità oggi circolano con più libertà tra adolescenti e preadolescenti, anche perchè i genitori di oggi sono meno inibiti di quelli di ieri, o hanno una minore pressione a livello di costumi che li induce ad essere più diretti ed espliciti. Tuttavia le informazioni offerte in modo precoce e disorganizzato, o la discrepanza tra le informazioni ricevute e la possibilità di sperimentare liberamente una propria sessualità, finiscono spesso per distorcere il contenuto stesso delle informazioni, risultando più un sistema di nozioni apprese, ben distante dalla realtà delle proprie esperienze.

La facilità con cui ci si può incontrare, conoscere e approfondire le relazioni al giorno d'oggi, rende anche più difficile stabilire i confini tra ciò che è la consuetudine, su cui si basano le aspettative, e ciò che invece è diversità, stranezza, o in alcuni casi deviazione dalle vie più condivise del comportamento. I giovani di oggi hanno una maggiore possibilità di esplorare ma forse hanno una minore capacità di capire cosa va bene per loro, cosa è più adeguato. Per tutti questi motivi l'attività sessuale assume l'aspetto di un comportamento compulsivo, ovvero di un automatismo dettato più da condizionamento culturale che da una reale e sentita necessità: questo è tanto più deleterio quanto più si tratti di individui molto giovani, che il più delle volte agiscono in mancanza di una reale consapevolezza dei propri bisogni.

La mancanza di informazioni sulla sessualità, di un dialogo franco e approfondito, personalizzato, può rendere insicuri e più timidi del lecito, fino a diventare così cauti negli approcci, da risultare poco interessanti.

L'incertezza su come interpretare il comportamento del partner, le sue abitudini, le sue possibili aspettative, non può che aumentare l'ansia e rendere gli incontri a forte tensione, stimolando una serie di reazioni difensive che, tra l'altro, possono abbassare il rendimento sessuale sia nell'uomo che nella donna.

Aiutare gli individui a comprendere il proprio modo di essere uomini o donne, di percepire il piacere e di esprimere il piacere, è uno dei compiti di base dello Psicologo e confrontarsi con un professionista anche solo per verificare il buon andamento della vita sessuale è un atto intelligente di prevenzione e un comportamento teso al mantenimento del benessere.

Lo Psicologo, aiutando attraverso i colloqui a distinguere gli aspetti sentimentali da quelli più fisici di una relazione, chiarendo le situazioni dove emergono cattive abitudini, false credenze, o atteggiamenti inibenti, può aumentare significativamente le prestazioni dell'individuo e rendere più stabile la qualità della vita, poichè l'equilibrio psicologico dell'individuo sano che funziona in modo sano lo mette nelle condizioni di affrontare al meglio i momenti critici, le tensioni della vita quotidiana e dei rapporti, che non mancano mai in qualsiasi sistema di convivenza civile.
Pertanto, prima ancora di pensare alla cura di disturbi della sessualità (mancanza di desiderio, eiaculazione precoce, dolori durante i rapporti, ecc.) è bene sottoporsi ad una serie di colloqui volti a comprendere come si vive la sessualità, con quali informazioni, abitudini e aspettative al riguardo, e cosa invece non si conosce ancora, o si conosce in modo distorto o insufficiente.

A tale proposito ho pensato di mettere a disposizione degli utenti un corso sulla educazione sessuale, una serie di 4 incontri attraverso i quali l'individuo ha la possibilità di esprimere le proprie conoscenze e di capire dove ha delle lacune o delle incertezze.
Potrà così ricevere informazioni utili e consigli pratici volti al miglioramento della situazione. In tal modo potrà vivere la sessualità con una maggiore consapevolezza e un minor timore al riguardo.

Modalità e costi del Corso

Il Corso, gestito in collaborazione con il Dr. Giuseppe Vadalà, si suddivide in 4 incontri, a cadenza settimanale (possono essere concordati tempi e frequenze diverse su richiesta).
In una prima fase vengono raccolte, anche attraverso strumenti informatici automatizzati, tutte le informazioni circa le conoscenze sessuali del corsista. Si cerca di valutare dove appaiono maggiori carenze o distorsioni. Questa fase richiede due incontri.
In una seconda fase si elaborano le informazioni che devono essere presentate al corsista. Alcune completeranno le conoscenze, altre cercheranno di forzare le conoscenze (errate) già acquisite, lasciando al corsista il compito di "lavorare" all'aggiornamento del proprio sapere. Questa fase richiede un incontro.
In una terza fase si dialoga con il corsista per comprendere come è andato questo processo di acquisizione di informazioni e rispondere a tutte le eventuali domande di chiarimenti. Questa fase richiede un incontro.
Il Corso prevede quindi 4 incontri della durata di circa 60 minuti ciascuno.

Dr.ssa Francesca Massara
Via Oderisi da Gubbio, 25 Roma - 065592692
Email: info@francescamassara.it

torna

design: andrewstrojny